Ultimo aggiornamento: Venerdì, 27 Novembre 2020 Ore 08:54:03 Aggiorna
  • 1.808,60
    +0,17%
  • 44,70
    -2,21%
  • 22.201,44
    -0,46%
  • 3.510,94
    -0,03%
  • 29.872,47
    -0,58%
  • 3.629,65
    -0,16%
  • 12.094,40
    +0,00%
  • 26.644,71
    +0,40%

Con AbitareIn la compravendita di case online è una realtà già solida

Le frontiere dell’online per la vendita delle case sta registrando un notevole successo


La recente crisi sanitaria sociale ed economica scaturita dalla pandemia del Covid-19 ha portato risvolti degni di approfondimenti.

Le società hanno reagito con creatività e hanno fatto tutto il possibile per contrastare gli effetti negativi della situazione e la reattività ha portato risultati sorprendenti. Ne sono testimoni i manager e il team di AbitareIn S.p.A, società che ha come mission quella di 

soddisfare le crescenti esigenze abitative delle famiglie di oggi, come quelle che acquistano una nuova casa a Milano, il più delle volte famiglie nuove o giovani e spesso in arrivo da fuori Milano. 

I manager di AbitareIn non hanno smesso di lavorare in tutti questi mesi, hanno dedicato tutte le risorse possibili a disposizione per creare una situazione dinamica anche in periodo di lockdown. 

D'altro canto la domanda per case nuove a Milano è crescente, l'abbiamo letto su tutti i giornali negli ultimi mesi. E,  se in caso si fosse fermata la macchina della produzione di case nuove, la forte domanda, scontrandosi con l’offerta in diminuzione, avrebbe causato un'impennata dei prezzi. 

E di fatto in un certo senso è stato così, perché i prezzi a Milano da inizio anno hanno fatto registrare un'impennata di circa 18%. 

Questa impennata è stata guidata dal "nuovo" che, come si sa, è più caro mediamente dell' "usato", e di questo ha beneficiato tutto il mercato. 

Di fatto, siccome ci sono stati ritardi nella consegna delle case ( il lockdown ha obbligato alla chiusura dei cantieri) anche gli affitti hanno subito un incremento, perché tutte le famiglie in attesa di entrare in case nuove hanno dovuto ricorrere temporaneamente all’affitto.

Insomma, la crisi, in questo caso ha portato ad un segno + e non a un segno -, quando si parla di prezzi, di acquisto e affitto delle case. 

Anche le case di ricerca che coprono il titolo AbitareIn hanno confermato che le prospettive di vendita di case nuove da parte del mini colosso milanese si potranno riflettere sul prezzo delle contrattazioni del titolo stesso e, infatti, i recenti studi hanno portato a conclusioni tutte positive. 

Vendita delle case online

Di sicuro gli analisti sono rimasti impressionati dai dati di vendita di case online. Con una mossa audace, i manager di AbitareIn hanno sviluppato un sistema di vendita online, tale per cui, oggi a Milano, si può acquistare una casa sulla carta con il click di un mouse, utilizzando il sofisticato sistema di vendita di AbitareIn online.

Il sistema è così avanzato che si può girovagare per gli appartamenti che verranno costruiti e goderne la vista dalla finestra, apprezzare gli spazi interni ed esterni e capirne l’esposizione verso il sole e verso la città. Un'esperienza unica che ha dato come riscontro una statistica di acquisto di immobili online sorprendente e alta. Alcuni clienti hanno acquistato online e a distanza di mesi non si sono ancora fatti vivi per iniziare a parlare degli arredi. 

Infatti, è proprio questa una delle caratteristiche di AbitareIn. Accada quel che accada, con AbitareIn si può acquistare e arredare la propria casa in remoto, e riceverai "chiavi in mano" quando sarà pronta. 

Per questo motivo la Borsa di Milano annovera AbitareIn tra le società del settore consumi e non del settore immobiliare, proprio come hanno sempre sognato di essere i fondatori Luigi Gozzini e Marco Grillo. Gli stessi sono stati importatori in Italia di un modello già esistente in Regno Unito e Francia che ha permesso l’industrializzazione del mondo della costruzione di case, almeno per quanto riguarda il caso di AbitareIn. 

Alla fine, tutti a casa soddisfatti, anche grazie alla calorosa accoglienza dei manager e del team di AbitareIn che hanno accolto un gruppo attento seppur molto ristretto a causa delle limitazioni di assembramento legate proprio al Covid-19.