Ultimo aggiornamento: Martedì, 19 Ottobre 2021 Ore 09:43:02 Aggiorna
  • 1.782,45
    +0,95%
  • 82,31
    +0,76%
  • 23,727
    +1,99%
  • 4,7722
    +0,99%
  • 1.056,60
    +1,80%
  • 2.070,00
    +2,83%
  • 5,005
    +0,32%
  • 2,5527
    +0,14%

Nexi: dalla prossima settimana la quotazione in Borsa

Il colosso dei pagamenti si affaccerà a Piazza Affari dalla prossima settimana: 9 euro ad azione, per una della maggiori Ipo di quest'anno


Nexi è pronta a quotarsi. Il colosso dei pagamenti, posseduto da un consorzio di private equity e capitanata da Paolo Bertoluzzo sarà quotata a Piazza Affari da martedì prossimo 16 aprile.

Il prezzo totale dell’operazione si aggira attorno ai 2 miliardi di Euro e sarà una delle maggiori Ipo di Piazza Affari per quest’anno con un equity value di 5,7 miliardi e un valore d’impresa di 7,2 miliardi. Il prezzo iniziale è fissato a 9 Euro ad azione.

I fondi azionisti ridurranno la loro quota dal  94% per al 56,5%. Il flottante sarà invece attorno al 43%: oltre alla vendita da parte dei soci esistenti, è stata prevista l’emissione di nuove azioni per 700 milioni. La somma raccolta servirà a ridurre l’indebitamento a 1,7 miliardi di euro.

Italia e Asia per Nexi

Tra i sottoscrittori sembra esserci anche un grande fondo di Singapore, che ha ordinato un consistente pacchetto di azioni Nexi.
Tuttavia, anche la domanda italiana è stata molto importante con un segnale forte del mercato domestico: in campo sono scese tutte le maggiori Sgr italiane: Kairos, Mediolanum, Pioneer e FIdeuram, oltre ad alcuni grandi gruppi assicurativi.

L’importanza della quotazione in Borsa

Arriva così a conclusione l’offerta di Nexi, che ha avuto successo malgrado il momento poco favorevole per la situazione economica in Europa e, soprattutto, in Italia. Un chiaro segnale che, alla fine, gli investitori esteri sono sempre attratti da aziende con determinati requisiti, in settori ad alta crescita e a certi livelli di prezzo.

Leggi il nostro approfondimento: L'importanza di quotarsi in borsa